Malassorbimento intestinale e vitamina D


Intervista al Dr. Marco Astegiano, Dirigente Medico SC Gastroenterologia ed Epatologia, AO Città della Salute e della Scienza, Torino, realizzata in occasione del Congresso “La vitamina D: un ormone dotato di azioni pleiotropiche”, svoltosi a Torino il 26 settembre 2012.

Le patologie che limitano l’assorbimento intestinale di vitamina D e che causano ipovitaminosi D sono la malattia di Crohn, la rettocolite ulcerosa e la malattia celiaca. Nella celiachia, se il paziente non assume assolutamente glutine il malassorbimento di vitamina D si può correggere, ma nelle altre due patologie è invece necessario supplementare i pazienti con vitamina D in quanto oltre al malassorbimento si ha una continua situazione di infiammazione a livello intestinale. È importante osservare che la maggior parte di questi pazienti assume cortisone che, come è noto, contribuisce a ridurre l’assorbimento di vitamina D. Pertanto, molto spesso, il primo campanello d’allarme di queste malattie è proprio un problema a livello scheletrico e una diagnosi accurata diviene a dir poco fondamentale.


Vierucci_D

I 3 numeri da tenere a mente per conoscere la vitamina D

Intervista al Dott. Francesco Vierucci, Pediatra, S.C. Pediatria, Ospedale San Luca, Lucca ...

Vierucci_D

3 motivi per cui un bambino può essere carente di vitamina D

Intervista al Dott. Francesco Vierucci, Pediatra, S.C. Pediatria, Ospedale San Luca, Lucca ...

Doria_D

Cosa deve sapere il Pediatra sulla vitamina D

Intervista al Dott. Mattia Doria, Pediatra di famiglia, Segretario Nazionale alle attività scientifiche, Federazione It ...

Accrescimento osseo dai 4 ai 10 anni, qual è il ruolo della vitamina D?

Accrescimento osseo dai 4 ai 10 anni, qual è il ruolo della vitamina D?

Intervista al Dott. Francesco Vierucci, Reparto Pediatria, Ospedale S. Luca, Lucca ...