Nuove linee guida italiane sulla prevenzione della carenza di vitamina D


Intervista al Prof. Maurizio Rossini, Professore Aggregato di Reumatologia, Università di Verona

Livelli di idrossivitamina D (25(OH)D) inferiore a 30 ng/ml definiscono una situazione di insufficienza, mentre si definisce carenza una situazione in cui i livelli di 25(OH)D sono inferiore ai 20 ng/ml. L’Italia è tra i paesi con maggiori livelli di carenza di vitamina D ed è stato osservato che tra le persone anziane la percentuale di soggetti carenti raggiunge il 70-80%. Pertanto, in  questo gruppo di pazienti è sempre raccomandata la supplementazione di vitamina D, mentre nei pazienti più giovani con determinate condizioni di rischio è opportuno dosare la vitamina D ed eventualmente somministrarla in caso di deficit o carenza. L’approccio proposto dalle nuove linee guida prevede un trattamento finalizzato alla prevenzione ed uno indirizzato al trattamento(quest’ultimo da adottare in tutti quei casi in cui i dosaggi o le condizioni cliniche hanno evidenziato una carenza). Il dosaggio giornaliero iniziale consigliato per il trattamento va dalle 2000 alle 4000 unità, mentre per il mantenimento/prevenzione le dosi consigliate vanno dalle 800 unità (nei giovani) fino a 2000 unità (negli anziani).

Consulta le Linee Guida


Accrescimento osseo dai 4 ai 10 anni, qual è il ruolo della vitamina D?

Accrescimento osseo dai 4 ai 10 anni, qual è il ruolo della vitamina D?

Intervista al Dott. Francesco Vierucci, Reparto Pediatria, Ospedale S. Luca, Lucca ...

Asma e infezioni respiratorie ricorrenti nei bambini: qual è il ruolo della vitamina D?

Asma e infezioni respiratorie ricorrenti nei bambini: qual è il ruolo della vitamina D?

Intervista al Prof. Diego Peroni, Ordinario di Pediatria Generale, Università degli Studi di Pisa ...

La vitamina D può potenziare il sistema immunitario dei bambini?

La vitamina D può potenziare il sistema immunitario dei bambini?

Intervista al Prof. Diego Peroni, Ordinario di Pediatria Generale, Università degli Studi di Pisa ...

Bassi livelli di vitamina D e malattie neurologiche, cosa sappiamo?

Bassi livelli di vitamina D e malattie neurologiche, cosa sappiamo?

Intervista alla Prof.ssa Maria Morello, Università di Tor Vergata, Roma; Aix Mairselle Universitè, NICN, UMR7259, Mars ...